BLOG

BLOG

Atletico Portici & la Strada dei Campioni

Sembra un titolo di giornale, uno di quei giornali importanti sportivi, un titolo che vuole far passare un messaggio fuorviante, ma in realtà è l’ennesima dimostrazione che la Scuola Calcio Atletico Portici in una visione prospettica ha deciso di investire delle risorse per migliorare il servizio offerto ai tanti utenti che affidano nelle mani degli animatori, istruttori, formatori e allenatori i loro bambini.
Ed è questa la strada intrapresa con l’affiliazione a “La Strada dei Campioni” di Ivan Zauli, Maestro di tecnica calcistica ideatore del metodo “La strada dei campioni”.
Ivan Zauli cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Cesena ha un lungo passato da giocatore fra professionismo e semiprofessionismo. Allenatore Uefa B ha partecipato al corso allenatori e clinic al “Cover Coaching Italia”. Relatore di numerosi stage di aggiornamento per allenatori sulla tecnica calcistica, è stato maestro di tecnica calcistica, fra le altre, per la Federazione Sammarinese formatore dei tecnici under 9 e under 11 per la tecnica calcistica. È ambasciatore del calcio giovanile in Cina e collabora con la Figc come docente di tecnica calcistica per i corsi Uefa C. Negli ultimi due anni è stato collaboratore tecnico per la prima squadra del Brescia Calcio, nonché, sempre a Brescia, maestro di tecnica del settore giovanile dai pulcini agli allievi. Attualmente è Consulente sulle abilità tecniche individuali per la Juventus.
Il metodo “La Strada dei Campioni” consiste nell’’attività di perfezionamento della tecnica e della tattica individuale e di gruppo, non è altro che un piano progressivo di sviluppo completo di tutte le abilità tecniche. Queste abilità vengono insegnate passo dopo passo attraverso esercitazioni analitiche, giochi e situazioni in alternanza, per raggiungere durante le sedute di allenamento l’obiettivo tecnico prefissato. La ripetizione è la madre di tutti gli apprendimenti e quindi la ripetizione costante nel tempo porta all’acquisizione del gesto tecnico. L’importante è variare continuamente gli stimoli in maniera che l’allievo sia sempre motivato a diventare sempre più capace e padrone di gestire situazioni sempre più difficoltose e stimolanti.

Questo metodo permette ai ragazzi di diventare sempre più capaci, più abili, di vedere e riconoscere i progressi fatti quotidianamente e di superare sempre di più il proprio limite: è una sfida continua a cercare di fare le cose sempre meglio che li porta verso livelli di eccellenza, a una elevata autostima e fiducia e a sviluppare e non inibire la loro creatività.

E proprio oggi nella splendida cornice del glorioso Stadio Cocozza di Portici, che sembrava come adagiato tra le braccia del golfo di Napoli e lo sguardo serio e protettivo del Vesuvio che il Maestro Zauli ha tenuto uno stimolante e costruttivo dibattito con tutto lo staff tecnico della Scuola Calcio Atletico Portici capitanati da Ciro Sforza, Giovanni Sollo, Crescenzo Maiello e dal Direttore Sportivo Gianluigi Toscano, il primo di una serie di incontri che progressivamente permetteranno di accrescere e migliorare le conoscenze tecniche dello staff.
Nello specifico, l’incontro odierno si è soffermato in una prima fase sull’aspetto della formazione, prima di tutto di giocatori/uomini che siano indipendenti e non dipendenti dai loro Mr. capaci, quindi prendere iniziative e fare le scelte migliori nelle situazioni di gioco che si presentano e per fare ciò occorre coraggio da parte degli istruttori di osare, di lasciare che gli allievi facciano da soli magari sbagliando, ma in questo modo crescere apprendendo dall’esperienza dell’errore, e occorre, altresì, fiducia negli allievi e nel proprio lavoro.
Inoltre, il Maestro Zauli si è soffermato sull’importanza del trattamento della palla sia come partenza dello sviluppo delle tecniche di base, che come prerequisito tecnico coordinativo, cioè dell’importanza di far compiere agli allievi tutti gli step di apprendimento tecnici e coordinativi con l’ausilio dell’attrezzo “palla”, non rinnegando i metodi classici definiti a secco, ma cercando un’interazione tra gli stessi.
Infine ha dato delle indicazioni sulla schematizzazione di una sessione di allenamento rivolta ad allievi tra gli 8 e i 12 anni, sessione che non deve essere molto lunga ma la cui caratteristica principale è l’intensità della stessa, con il fine di perseguire l’obiettivo dominante prefissato attraverso step cadenzati e rivolti principalmente a far si che l’allievo sia coinvolto non solo fisicamente ma soprattutto emotivamente accrescendo in loro il piacere di imparare e crescere nella condivisione e non solo nella competizione.
La giornata si è poi conclusa sul terreno di gioco del Cocozza dove lo staff tecnico è stato coinvolto in una serie esemplificativa di esercitazioni da proporre durante le sessioni di allenamento ed è stato un momento di crescita nel divertimento.
La Scuola Calcio Atletico Portici è anche questo, capacità di essere prospettica, dinamica e di capire che nel sapere c’è il futuro. Migliorare costantemente per offrire un prodotto di qualità perché si ha il privilegio e la grande responsabilità di operare su ciò che di più prezioso ogni comunità possiede, i bambini. Educare i quali ad una sana cultura sportiva li renderà migliori anche nella loro vita futura.
Scuola Calcio Atletico Portici “ Il Calcio come valore!!!!!”

ăn dặm kiểu NhậtResponsive WordPress Themenhà cấp 4 nông thônthời trang trẻ emgiày cao gótshop giày nữdownload wordpress pluginsmẫu biệt thự đẹpepichouseáo sơ mi nữhouse beautiful